Chiarimenti sull'importo del contributo di soggiorno

Chiarimenti sull'importo del contributo di soggiorno

Pratomigranti » Normativa » Normativa nazionale » Chiarimenti sull'importo del contributo di soggiorno
Logo pagine interne
logo pratomigranti.it

Chiarimenti sull'importo del contributo di soggiorno

31.10.2016 - Il pagamento del contributo sul rilascio/rinnovo del titolo di soggiorno è attualmente sospeso.

Con la sentenza n. 6095 del 2016, il TAR del Lazio ha dichiarato illegittimo il contributo richiesto per il rilascio ed il rinnovo del permesso di soggiorno per cittadini non comunitari.
La Corte di Giustizia dell'Unione Europea, alla quale si era rivolto il Tar, con la sentenza del 2 settembre 2015, ha definito “sproporzionato” il contributo e quindi in contrasto con la normativa europea.

In questa pagina vengono elencati gli aggiornamenti normativi successivi alla sentenza del TAR in tema di definizione dell'importo del contributo per il rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno. 

Aggiornamento del 31/10/2016

Il Consiglio di Stato si è pronunciato, confermando la sentenza del TAR che annullava la tassa sul permesso di soggiorno (sentenza n. 04487/2016 del 26 ottobre 2016).

Il Ministero dell'Interno, con circolare n. 400/A/2016/12.214.5, ha chiarito: "gli stranieri interessati al rilascio ed al rinnovo del permesso di soggiorno, non dovranno assolvere al pagamento degli importi previsti dall'art. 5, comma 2 ter del TUI".

La circolare aggiunge che "tutte le istanze (comprese quelle giacenti in fase istruttoria o in attesa di consegna del titolo) dovranno essere portate a compimento prive del citato contributo".

In attesa di una nuova determinazione del contributo, il rilascio e il rinnovo permesso di soggiorno costerà 76,46 € (30,46 € per la stampa, 30 € da pagare alle poste al momento della consegna della domanda compilata e 16 € per la carta da bollo).

Si ricorda che da luglio 2016 anche ai minori di 14 anni è rilasciato un autonomo titolo di soggiorno; anche le loro istanze saranno dunque soggette al versamento di 30,46€ da effettuare su apposito bollettino postale PSE preintestato. 

Ancora non è possibile presentare la richieste di rimborso. Il modello per la richiesta di rimborso sarà reso disponibile per le Questure solo a seguito dell'emissione del decreto che definirà i nuovi importi dei contributi.

Aggiornamento del 23/09/2016

Il Consiglio di Stato (con decreto presidenziale n. 03903/2016 del 14 settembre 2016) ha sospeso l’esecutività della sentenza del TAR, fissando la camera di consiglio per il 13 ottobre 2016.

Si tornerà quindi a versare la cifra precedente (da 80 a 200 euro) di contributo per il rilascio/rinnovo del titolo di soggiorno, almeno fino al 13 ottobre o quando ci saranno altre indicazioni in merito.

Per le richieste di rilascio/rinnovo presentate prima del 14 settembre, è necessario integrare la pratica in Questura con il pagamento del contributo eventualmente non versato.

Aggiornamento del 07/07/2016

Le Questure hanno ricevuto istruzioni operative dal Ministero: la procedura adesso può acquisire e lavorare le pratiche indipendentemente dal versamento del contributo. 
Restiamo ancora in attesa di disposizioni normative ministeriali che stabiliscano nuovi importi del contributo di soggiorno.

Aggiornamento del 29/06/2016

Al momento il Ministero non ha ancora dato indicazioni operative alle Questure.
Restiamo in attesa di conoscere procedure aggiornate ed eventuali nuovi importi in linea con la normativa.

 

 

 

 

Inviaci il tuo parere

Leggi l'informativa sulla privacy (apre una nuova finestra)


Attenzione: Eventuali campi preceduti da (*) sono obbligatori.

Captcha Ricarica Immagine | Audio dell'immagine

Ultimo aggiornamento: giovedì 26 gennaio 2017
- Inizio della pagina -
Il progetto Pratomigranti è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it